Ho fortemente voluto inserire questa pagina di consigli per spiegarvi cosa, a mio avviso, andrebbe fatto subito dopo la stagione estiva e la stagione invernale. Si, perché se da un lato è bene indicare o non controindicare trattamenti medici durante le stagioni “forti”, così come pure è consigliato modificare la dermocosmesi secondo le esigenze climatiche, allo stesso modo, all’arrivo dell’autunno e della primavera, ritengo sia il momento migliore per effettuare una precisa valutazione della situazione della pelle.

E’ proprio in questi due periodi dell’anno che consiglio di fare un check-up cutaneo di controllo. Attraverso una serie di indagini strumentali ed una visita di medicina estetica, otterremo un quadro specifico della cute del viso e del corpo, potendo quindi effettuare una prescrizione cosmetologica, che costituirà il vostro programma dermo-cosmetico per le seguenti stagioni invernali ed estive.

Inoltre, trovandoci in un periodo intermedio tra l’inverno e l’estate, avremo tutto il tempo di programmare eventuali trattamenti correttivi, che potranno essere realizzati mediante l’uso di acidi, prodotti di varia natura (i più utilizzati sono senz’altro l’acido ialuronico, l’idrossiapatite di calcio, il collagene, l’acido polittico) oppure l’utilizzo di laser, a seconda del disagio cutaneo da correggere. L’obiettivo è quello di lavorare sin da ora, per arrivare preparati e in forma alla stagione successiva.

Da un punto di vista cosmetologico, possiamo ottenere buoni risultati preparando la pelle alla stagione successiva mediante l’utilizzo di sostanze di dermocosmesi che preparino la pelle a ricevere i raggi solari (quindi nel passaggio da primavera ad estate), oppure mediante l’utilizzo di prodotti antiossidanti e/o depigmentanti che “resettino” i segni causati dalla appena passata stagione estiva (quindi nel passaggio da estate ad autunno). In più, un buon aiuto cosmetologico viene dalla applicazione in queste stagioni intermedie di sostanze a base di acidi, che garantiscono un risultato migliore in seguito all’effettuazione di trattamenti di medicina estetica (biostimolazione, filler, fili, ecc.).

Ovviamente, come per tutte le altre stagioni, anche in questi periodi 2 punti cardine per la cura della pelle sono rappresentati dalla alimentazione, che deve essere il più possibile corretta, e dalla idratazione dell’organismo mediante introduzione di adeguate quantità di liquidi (almeno 1,5L di acqua al giorno).

Insomma, quello che vorrei ottenere durante le stagioni intermedie è la correzione degli inestetismi della stagione passata, e allo stesso tempo la preparazione della pelle alla stagione che seguirà.

Spero che questo articolo vi abbia fatto capire anche un pò il mio metodo di lavoro. Qualsiasi prodotto voi scegliate e a qualsiasi trattamento decidiate di sottoporvi, siate però sempre sicuri di affidarvi a mani esperte!