La medicina estetica nasce dall’intuizione che l’uomo è sano quando è in armonia con le differenti fasi della propria vita, con il proprio aspetto fisico e mentale, con il proprio inserimento sociale ed ambientale. La medicina estetica è una branca medica che ha come scopo l’ottimizzazione dell’equilibrio psicofisico individuale; tale equilibrio è il frutto di una perfetta integrazione di più fenomeni e componenti. Spetta alla medicina estetica il compito di capire il ruolo dei diversi sistemi che stanno a capo dell’equilibrio dinamico psicofisico e di correggerne gli eventuali squilibri in modo tale che da una situazione di benessere non si passi ad una situazione di patologia. Per raggiungere un risultato ottimale la medicina estetica attua una collaborazione multidisciplinare avvalendosi di tutte le conoscenze delle scienze fondamentali, delle acquisizioni della medicina generale, della chirurgia e di alcune loro specializzazioni, e degli apporti di numerose discipline umane.

In breve, la Medicina Estetica ha per obiettivo la soluzione degli inestetismi denunciati, ma lo scopo ultimo è di più ampio respiro in quanto tende a promuovere e stimolare la costruzione e la ricostruzione di un’armonia e di un equilibrio individuale attraverso l’attivazione di un programma di medicina educativa, sociale, preventiva e correttiva, curativa e riabilitativa.
Nella FASE PREVENTIVA, che rappresenta l’aspetto fondamentale della disciplina, il medico insegna come conoscere ed accettare le strutture fisiche ereditate, per proteggerle e gestirle secondo regole di igiene di vita alimentare, fisica, psicologica, comportamentale e cosmetologica.
Nella FASE CORRETTIVA, il programma si avvale esclusivamente di metodologie e tecniche ufficiali: medico-chirurgiche, fisiochinesiterapiche, termali e cosmetiche.